Musica

Musica

 

Elenco qui di seguito, più per motivi di impaginazione che altro, artisti e band che mi piace ascoltare e che hanno resistito alla selezione del tempo. In grassetto i miei big: Red Hot Chili Peppers, Dire Straits, Scorpions, Foo Fighters, Jimi Hendrix, Led Zeppelin, Nirvana, Blackmore's Night, Ozzy Osbourne, Guns'n'Roses, Ronnie James Dio, AC/DC, Motley Crue, Iced Earth, Metallica, Skin trade, Muse, Dream Theater, Iron Maiden, Nightwish, The Cult, Deep Purple, Jetro Tull, Steve Morse, Queen, Creedence clearwater revival, Ozric Tentacles, Pink Floyd , U2, Police, Testament, Vinnie More

I Meng Amok sono la prima band nella quale ho avuto modo di suonare, purtroppo per soli 3 anni, cover dei Metallica, Nirvana, Guns'n'Roses, Led Zeppelin, Pink Floyd e Deep Purple, più un paio di pezzi inediti. Come si dice... la prima band non si scorda mai, perciò cliccando qui troverete la mia versione sulla breve storia dei Meng Amok.

Dopo molto tempo passato a suonare "a casa" ho avuto modo di ricominciare, inizialmente a tempo perso, a collaborare con un nuovo gruppo musicale. Inizialmente non si capiva bene quali fossero gli obiettivi. Ci volle almeno un anno per decidere che ci saremmo orientati su Vasco. L'idea di suonare esclusivamente pezzi di un solo artista non mi entusiasmava molto, ma ci sono pro e contro. Suonare con i Punto Radio mi ha dato la possibilità di calcare il palco a fianco di un grande chitarrista come Andrea Braido, di sentire il pubblico cantare le canzoni che suoni (con il repertorio dei Meng Amok era piuttosto raro), e soprattutto di conoscere una grande persona come Mauro Ciancarella, scomparso a soli 29 anni, cui ho voluto dedicare qui alcune righe.

Runamok è il mio nickname derivato direttamente dalla mia prima band, i Meng Amok, evolutosi in Alx Runamok per le più moderne registrazioni che esigono nome e cognome. Ogni tanto trovo qualche idea e un po' di tempo per registrarla. Qui di seguito trovate qualche pezzo inedito di cui probabilmente il mondo avrebbe fatto volentieri a meno. Ma poichè anche io farei volentieri a meno di tante cose propinate insindacabilmente dai media e dai social.... le metto sfacciatamente in rete.

Runamok Pezzo omonimo del 2001 nato in soli 2 giorni ed è il primo con gli effetti speciali. La base cicla abbastanza staticamente ma i campioni sonori utilizzati per basso e batteria sono di una qualità tale che la mia SBAWE32 gn'a faceva. Quindi mi è toccato copiarli e incollarli a mano, uno per uno.

Unahiho (2004). Il pezzo è stato in cantiere per più di un anno, in attesa di momenti di ispirazione e momenti liberi per poter registrare. Con i mezzi e le conoscenze sull'home recording a disposizione al momento della registrazione ho ottenuto un risultato audio mediocre, soprattutto per i suoni di batteria. Un peccato perché Unahiho è ad oggi il mio pezzo preferito, magari un giorno eseguirò un remake con esiti migliori....

Asian Snow (2005). Un pezzo decisamente sperimentale, almeno per le mie conoscenze musicali dell'epoca, dove una scala in Mi minore armonica prende progressivamente il sopravvento su quella di Sol. Il pezzo è molto vario rispetto agli standard precedenti, finalmente qualche tempo dispari; ho rispolverato il vecchio wah-wah per un assolo finale alla "sfogo di un chitarrista frustrato".

Sleipnir (2016). Dieci anni e rotti ci passano da Asian Snow... non posso certo dire che comporre musica sia una delle mie attività principali. Solo 3 minuti, ma Sleipnir racchiude parecchio lavoro da parte mia visto che mi sono preso l'onere di suonare tutti gli strumenti, del mastering (praticamente assente nei pezzi precedenti) e delle riprese/montaggio del video del making of (https://youtu.be/Sgj_W4MUjV0)... forse mi prenderò un'altra lunga pausa... :-)